La divulgazione scientifica? Ha la forma della graphic novel

Da Esquire Italia, 3 marzo 2019

Per strada o nei caffè, nel proprio ufficio o in un film, sulla metropolitana o nella sala d’attesa del medico, i dialoghi sono ovunque. Ne siamo circondati, ci siamo costantemente immersi. In alcuni siamo protagonisti, in altri semplici comparse, in altri ancora spettatori occasionali. A chi non è capitato di cogliere frammenti di dialogo in un luogo pubblico? Le due persone sedute al tavolino accanto, oppure quel tale che parla a gran voce al telefono sul treno.

Continua a leggere

Lavie Tidhar è lo scrittore di fantascienza da scoprire adesso

Da Esquire, 25 ottobre 2018

A Central Station si incontrano etnie, culture e religioni diverse, così come diverse forme di vita, biologiche, sintetiche e altre. Ma l’enorme spazioporto che torreggia sulla Tel Aviv del futuro è anche un crocevia di generi letterari che si mescolano e contaminano, dando vita a quel flusso armonico ed elegante che è la prosa di Lavie Tidhar.

Continua a leggere

Il ritorno di Lex Arcana, gioco di ruolo tra Impero romano e magia

Da Wired, 18 settembre 2018

Uno dei giochi di ruolo italiani di maggior successo sta per tornare con una nuova edizione aggiornata che è stata appena lanciata su Kickstarter. Stiamo parlando di Lex Arcana, ambientato in una realtà storica alternativa dove l’Impero romano non è caduto anche grazie a un uso accorto della magia, ma deve fronteggiare nuove minacce occulte. Per contrastarle, nel 1229 aUc l’imperatore Teodomiro promuove la formazione di un corpo speciale, la Cohors Auxiliaria Arcana, con lo scopo di indagare le attività arcane che avvengono nell’Impero e, se necessario, fermarle.

Continua a leggere

Letture del mese – Agosto 2018

Pirati non-morti, Barbanera, il vudù, la Fontana della Giovinezza. No, non sto parlando del quarto film dei Pirati dei Caraibi ma del libro da cui è stato – molto liberamente – tratto (e che ha anche ispirato la serie di Monkey Island): Mari stregati, di Tim Powers, le cui atmosfere sono parecchio diverse da quelle scanzonate dei film e surrealmente comiche dei videogiochi. Anche per questo spiace vedere Jack Sparrow sulla copertina dell’edizione italiana, perché davvero non c’entra nulla. Comunque, il libro è coinvolgente e ben scritto, arrivato a metà perde qualche colpo e Powers forza un po’ la trama per riportare il tutto in carreggiata, mentre il finale è forse un po’ troppo ingarbugliato. Però i personaggi non sono male, soprattutto i tre antagonisti, e la storia è molto avventurosa.

Continua a leggere